Momento importante quello delle prime curve; l'allievo inizia realmente a disporre della prima autonomia del cambio di direzione. Curvare significa, a questo livello, mettersi al riparo dall'idea della velocità e della pendenza. Questi due elementi contribuiscono a dare fiducia e a creare le prime belle soddisfazioni allo sciatore principiante.

 

  • In questa nuova immagine possiamo scoprire il movimento necessario per il cambio di direzione nello spazzaneve.
  • Nella specifica situazione stiamo realizzando una curva verso sinistra e ad intervenire è sostanzialmente la gamba destra; il piede fornisce la direzione attraverso una decisa ricerca dello spigolo dello sci e la tibia incrementa la spinta verso lo scarpone.
  • Il busto mantiene una posizione che possiamo definire "verso valle" anche se è meglio non essere troppo schematici e concedere, soprattutto nelle fasi iniziali dell'apprendimento, un pò di libertà nei movimenti affinchè l'allievo percepisca la giusta posizione da mantenere.
  • La posizione globale del corpo deve essere proiettata verso il miglior mantenimento dell'equilibrio e allo sviluppo delle abilità propriocettive; cioè iniziare a sentire concretamente lo sci e la sensazione di scivolamento.
  • Focalizzare assolutamente l'elemento arti inferiori; si cambia direzione grazie a movimenti concreti dei piedi e piegamento delle ginocchia, non con l'intervento delle spalle o con lo spostamenta a "valle" delle anche.
  • Il rischio più grande, nei primi tentativi di spazzaneve, è proprio quello di ruotare le anche e quindi assieme le spalle, per realizzare la curva; tutto ciò comporta l'annullamento dello spigolo dello sci e la conseguente scivolata senza controllo.
  • Evitare qualsiasi arretramento, anche se in questa fase sarà molto frequente ed istintivo; gli sci si guidano mantenendo la centralità cioè il bacino, o centro di massa, sui piedi.

Condividi

Copyright Skisensation.it 2013 ©